Se si sta utilizzando Internet Explorer premere, in alternativa al pulsante, il seguente link Copertina

Cerca nel blog

domenica 8 marzo 2015

Pastiera Napoletana facilitata cotta al forno a microonde.


E' da qualche settimana che desideravo preparare la pastiera napoletana; ha un gusto ed un profumo inconfondibili, con i canditi, la crema di grano, la cannella, l'acqua di fior d'arancio. Si prepara per la Santa Pasqua ed occorre molto tempo perchè le fasi di lavorazione sono diverse, così ogni volta che avevo gli ingredienti, ci ripensavo e preparavo o una crostata di frutta, oppure i biscotti di frolla. Questa volta però il tempo ce l'avevo ed armata di buona volontà, mi sono decisa e l'ho preparata. Gli step importanti sono tre: 

1) occorre preparare la crema di grano, io ho acquistato il grano già ammollato, 400 grammi a cui ho aggiunto 200 grammi di latte, una piccola noce di burro e la buccia di un limone grattugiata. Ho versato il tutto in un tegamino ed ho fatto bollire, fino ad ottenere una densa crema di grano, circa 10 minuti. Ho fatto raffreddare la crema ottenuta in un piatto di portata  largo,  la prima fase è finita.

2) adesso occorre lavorare 250 grammi di ricotta con 150 grammi di zucchero (a chi non piace molto dolce, vanno bene anche 100 grammi di zucchero) ed un uovo intero più un tuorlo; amalgamate bene questi ingredienti, fino a quando la ricotta non presenta più i grumi; quindi potete unire 50 grammi di canditi tagliati secondo il vostro gusto, a casa mia che piacciono solo a me, li ho tagliati così fini che nessuno si è accorto della consistenza. Aggiungete ancora 15 millilitri di acqua di fior d'arancio e mezza bacca di vaniglia. Amalgamate bene il tutto. Questa crema non va cotta, come la precedente. Fine della seconda fase.

3) prepariamo insieme la pasta frolla mettendo in una terrina 250 grammi di farina, 125 grammi di burro tagliato a fettine sottili, 100 grammi di zucchero, un uovo intero + un tuorlo, un pizzico di sale e la buccia di un limone grattugiata. Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere una palla più o meno omogenea, che conserveremo in frigo per circa mezz'ora. Fine della terza fase.

Passiamo alla preparazione della nostra pastiera. Questa torta andrà cotta al microonde e per l'occasione ho acquistato una tortiera in silicone a bordi alti 5 centimetri. L'ho lavata per bene e l'ho appoggiata sopra la griglia del microonde, per darle stabilità. All'interno della teglia ho messo due strisce larghe e bagnate di carta forno, a incrocio,  in maniera da poter sollevare la torta, dopo che sarà raffreddata e disporla agevolmente sul piatto di portata. 

Devo unire le due creme, quella di grano, che nel frattempo sarà raffreddata per bene, a quella di ricotta, amalgamo per bene. Ora estraggo dal frigo la mia pasta frolla e disponendo un pò di farina sul piano di lavoro, con l'aiuto del mattarello, la distendo fino ad ottenere mezzo centimetro di spessore. Arrotolo la sfoglia sul mattarello e la trasporto sulla vicina teglia cercando di formare un contenitore. Verso sopra tutta la crema ottenuta e taglio i bordi che vanno oltre il contenitore. Rimpasto la frolla e la stendo di nuovo, con un taglia pasta preparo  tante strisce, quante me ne occorrono per coprire la torta e le dispongo sopra, una ad una avendo cura di ancorarle la bordo della pasta, affinchè non affondino. Adesso metto un tuorlo d'uovo in una scodella e con un pennellino da decoro, spennello le striscioline ottenute. 

Posso infornare la Pastiera al microonde ponendo la funzione crisp a tre, per le cosce di pollo, per circa dieci minuti, una volta che prende colore, sposto la funzione sul microonde e lascio andare per circa 15 minuti e per gli ultimi 5 minuti, la ripasso al crisp. Ricordiamoci che non tutti i forni a microonde hanno la stessa potenza, quindi sarebbe bene controllare passo passo la cottura della nostra torta, anche aprendo lo sportello ed inserendo su di essa  uno stecchino che dovrà uscire asciutto. Se vi piace, potete spolverare la superficie della pastiera napoletana, con lo zucchero al velo, ma soltanto dopo che sarà raffreddata. 

Sembra complicato, ma vi renderete conto, della sua semplicità, solo dopo la prima volta. Se vi risulta troppo dolce, modificate le quantità dello zucchero e dei canditi.



1 commento:

  1. Vorrei qualche consiglio di un napoletano verace, grazie!

    RispondiElimina