Se si sta utilizzando Internet Explorer premere, in alternativa al pulsante, il seguente link Copertina

Cerca nel blog

domenica 2 ottobre 2011

Vacanze ottobrine. Con quali mezzi raggiungere la Sardegna.

La   cultura   popolare     sarda,  si    muove      tra      due   assi
del tempo, ossia quello che va dalla preistoria ai giorni nostri e quello che scorre rapido sotto i nostri occhi, trasformando inevitabilmente il passato. Un'attrazione molto forte per il turista è la cucina tradizionale sarda, e colui che........
già l'ha provata, desidera ritrovare;  è una cucina variegata di sapori, caratterizzata dall'insularità e dalla cultura agro-pastorale originale, ma semplice e genuina, fatta di carni arrostite con antica arte tramandata da generazioni, da padre a figlio, insaporite e profumate con foglie della macchia mediterranea, alloro, mirto, rosmarino, salvia; il pane, il vino, il formaggio, sono i suo cardini insieme ai piatti di terra e di mare e di cacciagione. Venire
in Sardegna nel mese di ottobre costa molto meno, infatti    gli albergatori, praticano forti sconti offrendo dei pacchetti soggiorno molto    interessanti.
Le temperature, inoltre sono ancora piacevoli e si aggirano tra i 23 ed i 27 gradi centigradi, permettendo al turista di fare ancora i bagni e delle piacevoli passeggiate lungo il bagnasciuga. Senza dover soffrire il caldo, si può godere delle bellezze naturali e culturali della nostra terra, andando a visitare i numerosi siti archeologici, oppure visitando i musei cittadini o le gallerie d'arte pubbliche o private. Raggiungere la Sardegna in traghetto è semplice e veloce, grazie ai moderni traghetti Moby, Grandi Navi, Tirrenia e Grimaldi Ferries che collegano la Sardegna

con partenze notturne, dai porti di Genova, Livorno e Civitavecchia a Olbia, Porto Torres, Arbatax  e Cagliari. Le prenotazioni si possono fare sul sito http://www.traghetti.net/

Non solo le navi di linea, ma anche quelle da crociera, puntano la loro prua verso la Sardegna. La nostra Regione ha beneficiato dei misfatti bellici che stanno avvenendo nelle zone nordafricane. Infatti a Cagliari sono state dirottate una trentina di navi da crociera poichè molte compagnie si sono trovate costrette a cambiare i loro tour in corso d'opera. Si sta allestendo un piano affinchè questo grande traffico, non ci colga impreparati ad accogliere, nella maniera che ci ha da sempre contraddistinto, questo imponente afflusso turistico.
La Sardegna non è raggiungibile solo via mare, ma   anche per via aerea. Gli aeroporti principali sono Cagliari-Elmas, Alghero-Fertilia,  Olbia-Costa Smeralda. Dall'aeroporto di Cagliari-Elmas per raggiungere la città col pullman, occorrono 20 minuti e si arriva al centro città. Il pullman è disponibile a tutte le ore, appena usciti dall'Aeroporto.  L'Aeroporto di Alghero-Fertilia dista 12 km.
dal centro città ed il passaggio in taxi costa 20 €., con l'autobus, solo 1 €. Per maggiori informazioni vedere il sito www.aeroportodialghero.it/ .










L'aeroporto di Olbia - Costa Smeralda fu inaugurato nel 1974 ed oggi è diventato il principale aeroporto della Sardegna ed il 14° scalo italiano per numero di passeggeri (1.700.000).

Nessun commento:

Posta un commento